Jul 31 • 1M

LE PARDULAS SARDE

100 secondi foodcast dedicati alla conoscenza e la promozione della vera cucina Italiana nel mondo.

3
 
1.0×
0:00
-1:28
Open in playerListen on);
100 secondi dedicati alla conoscenza e la promozione della vera cucina Italiana.
Episode details
Comments

Storia

Le pardulas, in sardo campidanese, ovvero le casatinas, in sardo nuorese, sono uno dei dolci tradizionali sardi della Pasqua. Sono piccole tortine a base di ricotta o di formaggio, che possono essere più o meno zuccherate, avere aroma di arancia o limone più o meno accennato. Questo dolce caratteristico dell'inizio della primavera conserva negli ingredienti, nelle forme e nelle tecniche di preparazione interessanti tracce riconducibili alla loro antica origine.

Decorazioni

La superficie viene spolverata con zucchero al velo o zucchero semolato.

Ricetta

Essendo un dolce diffuso in diverse aree del territorio regionale, ne coesistono varianti e personalizzazioni locali.

Ingredienti

per il ripieno:

g 500 di ricotta di pecora

g 150-200 di zucchero,

un limone/arancia grattugiata,

un tuorlo,

una bustina di zafferano

per la sfoglia:

g 250 di granito,

un pizzico di sale,

acqua tiepida q.b.,

g 40 di strutto


Curiosità

Le pardulas, nella variante prodotta a Narcao, sono un dolce che i pastori confezionavano quasi esclusivamente in occasione delle feste pasquali per essere offerto ai parenti e agli ospiti.

Area di diffusione

Sardegna meridionale, nel resto dell'isola con altre denominazioni.

Occasione

In origine soprattutto dolci pasquali o più genericamente primaverili, oggi ormai disponibili tutto l'anno

Preparazione

Passare al setaccio la ricotta in modo da eliminare grumi e renderla cremosa, incorporare l'uovo, lo zucchero, la scorza del limone e lo zafferano. Lasciare riposare 20 minuti. 

Per la sfoglia, lavorate il granito con l'acqua tiepida e lo strutto. L'impasto dovrà risultare piuttosto compatto e liscio.

Stendere la pasta fino a ottenere una sfoglia piuttosto sottile. Tagliare dischi di pasta del diametro di circa 5 cm e all'interno di ogni disco di pasta posizionare una pallina di ripieno. Sollevare il bordo e pizzicarlo, in modo da far rimanere dritto il bordo stesso e creare un piccolo cestino (6 pizzichi). Cuocere nel forno statico a 180 °C per circa venti minuti. Saranno pronte quando la pasta si colorerà e il ripieno sarà dorato. 

Realizzato dagli studenti della 3^E dell'Istituto Comprensivo A. La Marmora di Monserrato 1-2 con la collaborazione della Prof.ssa Cristina Piras e della Prof.ssa Francesca Lodde. Grazie per le bellissime ricerche fatte. Bravi!